Dal 5 al 7 novembre a Milano torna l'hackathon organizzata da GARR e dall'Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Informativa Privacy  -  Cookie policy

Ecco i vincitori di Hack the Cloud 2019

I partecipanti all'hackathon si sono sfidati a colpi di coding e di idee brillanti, ve le presentiamo:

team* unibg = malloc(3*sizeof(noob));

Progetto BeCaPP

Becapp è un'applicazione che nasce con la volontà di sensibilizzare le persone in merito al tema dell'ecosostenibilità, incentivando l'adozione di comportamenti ecologici e di abitudini migliori per il pianeta.
Oltre ad un mappa interattiva su cui sono segnalati servizi utili all'utente e al pianeta, Becapp propone un nuovo modo di vedere i costi: scannerizzando il QR Code sullo scontrino della spesa, verrà calcolato il prezzo per il pianeta in contrapposizione a quello personale. Il risparmio per l'ambiente viene convertito in EcoPoints, guadagnibili anche attraverso altri bonus.
Gli EcoPoints possono poi essere spesi per acquistare articoli eco-friendly.

CHAD (Come Home and Debug)

Progetto Ecovision

“La nostra idea nasce con l'intento di sensibilizzare la popolazione sull'ecosostenibilità dei prodotti che vengono utilizzati giornalmente.
La nostra app permette tramite un'infografica AR di visualizzare l'impatto ambientale del prodotto inquadrato.
Utilizzando container Docker e cluster Kubernetes siamo riusciti a fare object recognition e classification restituendo all'app le informazioni del prodotto inquadrato. In 8 ore siamo riusciti a sviluppare quasi tutta l'architettura cloud e presentare due applicazione a prova di proof of concepts."

Thunderstorm

Progetto SconTreeNo

SconTreeNo è stata creata con lo scopo di risolvere il problema dell’utilizzo della carta termica, non riciclabile, e in alcuni casi contenente inchiostro tossico. Gli scontrini vengono caricati direttamente nel cloud, accessibili dal telefono in ogni momento tramite l'applicazione.
Il trasferimento dello scontrino verso il proprio account avviene grazie alla scansione di un codice QR visualizzato sullo schermo del terminale, oppure utilizzando l’NFC, appoggiando il telefono sulla base apposita.
Le aziende possono accedere al portale web per configurare i propri terminali e visualizzare le statistiche contenenti le informazioni sugli scontrini erogati.

Team10

Progetto iMonnezza

Il progetto iMonnezza nasce da diverse difficoltà a cui andiamo incontro durante la raccolta differenziata di tutti i giorni: identificare i materiali dei rifiuti che stiamo gettando non sempre è così facile, la pigrizia di dover raggiungere un cestino apposito potrebbe indurci a gettare tutto nell'indifferenziata, ed in tutto ciò, chi controlla che la raccolta differenziata sia effettivamente differenziata?
iMonnezza è un sistema che premia il cittadino diligente e allo stesso momento aiuta il comune a mantenere controllata la gestione dei rifiuti. Si tratta di un piccolo dispositivo elettronico che fotografa ogni rifiuto gettato nei cestini di casa, e tramite una rete neurale in costante apprendimento riconosce se i rifiuti gettati sono nel corretto contenitore, successivamente i dati verranno riportati al comune.
I cittadini più diligenti riceveranno sconti sulla tassa dei rifiuti, dall'altra parte il comune potrà ottimizzare la gestione dei rifiuti (a win-win-win situation)

Faast

Progetto Faast

Faast: Forecast as a Service, un sistema per migliorare l'automazione dell'IOT domestico con il fine di ridurre lo spreco energetico.
Obiettivo del progetto è di permettere agli utenti di prendere delle decisioni informate riguardo il loro consumo energetico, permettendo loro di prendere il controllo sul tipo di energia che utilizzano e quanto stanno pagando in tempo reale in un modo veloce e scalabile. L’idea è quella di incoraggiare l’uso di energia da fonti rinnovabili spostando l’attenzione dell’utente verso delle fonti più sostenibili.

Premio Speciale Voto Popolare

EcoTecno

Progetto BlaBlaFARM

BlaBlaFARM è una piattaforma per connettere piccoli-medi produttori che seguono pratiche per un'agricoltura sostenibile e clienti interessati in prodotti salutari provenienti da una filiera controllata e garantita. L'obiettivo è quellodi ridurre lo spreco di cibo favorendo l'acquisto diretto e giornaliero, incoraggiare l'economia dei prodotti a km zero e migliorare la trasparenza e la qualità della filiera.

Premio speciale Idea Innovativa

TeamRocket

Progetto EcoFest

“La nostra idea, che abbiamo denominato “EcoFest”, nasce con lo scopo di rendere i grandi eventi, come i festival, più ecologici. A tale scopo abbiamo pensato di utilizzare tecnologie esistenti e a basso costo per rendere più smart due tipologie di oggetti con cui gli utenti vengono a contatto nel corso dell'evento. La prima è un braccialetto che spesso viene distribuito all’ingresso degli eventi, che grazie a bluetooth o NFC può scambiare informazioni sugli acquisti di prodotti (es. cibo e bevande) con un'applicazione per smartphone.
La seconda sono dei cestini, che con l'aggiunta di un sensore e un tag NFC possono confermare l'avvenuto smaltimento di un rifiuto e sincronizzarsi con l'applicazione del cliente Dopo l’acquisto di un prodotto, quindi, conosciamo la merce in possesso dell’acquirente ed in particolare i rifiuti che devono essere gettati. L’acquirente quando getta i propri rifiuti dovrà passare il proprio braccialetto vicino al lettore dei cestini.
Al termine dell’evento, gli utenti più virtuosi che hanno gettato tutti i rifiuti acquistati rispettando anche la raccolta differenziata, verranno premiati con un sistema di cashback”